Waiting for Andy Warhol

Un notte a Napoli per celebrare il mito della Pop Art.

Yves Saint Laurent al Cinema

Un debole tributo al grande Artista della moda.

HandM Loves Roma

La mia amara esperienza al party d'inaugurazione del primo flagship store romano di HandM

Premio Sele d'Oro Mezzogiorno 2013

Dall'esperienza radiofonica di successo con Buongiorno Sud su RadioMPA alla mia personale visione delle cose, del sud detto Mezzogiorno, dei giovani. su questa buona e sana gioventù…

Jean Paul Gaultier ad AltaRoma tra ovazioni e proteste.

"Parisienne" la sfilata evento dello stilista francese Jean Paul Gaultier raccontata attraverso gli scatti di Guido Martirani e Justyna Pawlowska in esclusiva per modaholic.com  

Intervista a Luca Bianchini

Siamo lieti di invitarvi al matrimonio dell'anno. Intervista all'autore di "Io che amo solo te".

Downtown Illusion by Justyna Pawlowska

Guarda l’esclusivo editoriale con annesso fashion movie a cura del giovane video maker Italo Vazzana, prodotti in esclusiva per il blog di Modaholic.Visita la sezione dedicata con numerosi contenuti extra!

Intervista a Carlos Solito

Fotografo e giornalista per i più importanti magazine internazionali di viaggio, scrittore e film maker pugliese. Regista di "Québec,my version".

Video Intervista ad Angela Missoni

Un "ritorno alle origini" attraverso una collezione pronta a celebrare i sessant'anni di una delle maison più amate al mondo.

Intervista ad Helen Nonini

L’intervista alla Problem Solver più famosa d’Italia a distanza di un anno dalla pubblicazione del suo primo romanzo dal titolo “Professione Problem Solver”

Hamish Bowles, il magico incontro.

Esclusiva video intervista all' editore internazionale di Vogue America durante la settimana della moda milanese.

martedì 15 aprile 2014

A Pasqua con i bonsai parliamo di Aids


18-19-20 APRILE 2014

Non solo le piante della solidarietà ma anche le informazioni sulla prevenzione dell'Hiv e la lotta allo stigma verso le persone sieropositive. Nel fine settimana di Pasqua, parte una nuova edizione di Bonsai Aid Aids, la più grande operazione di sensibilizzazione su scala nazionale in tema di infezione da Hiv, nata nel 1993 e organizzata ogni anno dall'Associazione Nazionale per la Lotta contro l'Aids – Anlaids onlus.

«Dopo anni di silenzio, il tema dell'Aids torna ad essere presente nel dibattito pubblico – annuncia il presidente nazionale Anlaids Mauro Moroni – Ne parlano il cinema, alcuni approfondimenti in Tv: questo ci ha spinto a pensare a una edizione di Bonsai Aid Aids ancora più incisiva, con materiale informativo rinnovato e tante occasioni per creare “amicizie” nuove con Anlaids».
Nei circa 2.700 banchetti che saranno allestiti il 18, 19 e 20 aprile nelle piazze, supermercati, ospedali e altri luoghi di ritrovo dislocati su tutto il territorio nazionale, i volontari offriranno a chi vorrà sostenere le iniziative dell'associazione un autentico Bonsai, la pianta diventata ormai simbolo della lotta all'Aids: sarà anche distribuito materiale informativo e una edizione speciale di Anlaids Notizie, rivista ufficiale dell'associazione, con gli ultimi aggiornamenti in fatto di prevenzione dell'infezione da Hiv e le storie di persone che convivono con il virus. 

Inoltre, collegandosi sul sito www.anlaidsonlus.it, sarà possibile ricevere le notizie più recenti in tema di lotta all'Aids, seguire le iniziative dell'associazione e scaricare un manuale dettagliato per la manutenzione del Bonsai. È anche possibile scaricare la pubblicazione in cui Anlaids illustra come vengono impiegati i fondi raccolti.
«Il nostro primo obiettivo quest'anno è rendere ancora più incisiva la nostra presenza nelle scuole – spiega ancora Mauro Moroni – Da anni Anlaids promuove il più avanzato progetto di informazione e sensibilizzazione negli istituti superiori di diverse regioni italiane: si tratta di un'occasione speciale per rendere i ragazzi e le ragazze protagonisti della loro salute sessuale».

lunedì 14 aprile 2014

Una notte a Napoli per celebrare Andy Warhol


Fare della ricerca, l’innovazione e la coerenza i propri punti di forza; perché già predisposti ad un amore incondizionato per l’Arte in tutte le sue forme e sfaccettature.
Da qui l’organizzazione e la promozione di eventi, palcoscenico d’incontro tra cultura, arte e musica.
Ed è proprio mediante la ricerca, lo studio e l’esperienza dell’art director Roberto Barone, che nasce il collettore - culturale - artistico Lunare Project, i propri eventi e progetti.

La Compilation Lunare Project tribute Kukai, ad esempio, è una vera e propria esperienza emotiva da vivere in musica, oltre che un tributo ad uno dei locali più raffinati e glamour del capoluogo campano, il Kukai, sofisticato punto di ritrovo per palati sopraffini, amanti del sushi, perché sinonimo di materie prime di altissima qualità da ormai dieci anni.
Così, forti del grande successo della precedente edizione Tribute, Lunare Project ha presentato lo scorso 10 aprile a Napoli la seconda edizione della compilation d'autore durante la serata evento "Waiting for Andy Warhol”, studiata e realizzata per celebrare e rendere omaggio ad Andy Warhol e la sua Arte, nella medesima location, il PAN Palazzo delle Arti di Napoli, che dal 18 Aprile al 20 Luglio 2014 ospiterà la mostra Andy Warhol Vetrine. 

Un evento pulsante, gremito di appassionati d’arte e musica d’autore. Istallazioni, riproduzioni di dipinti in serie dell’artista con tanto di sue frasi celebri sui muri e sedute Brillo Soap Pads.
Ricercati sono stati i giochi di luce a cura del light performer Pino Costa, sapiente e psichedelico accostamento alle musiche d’autore, selezionate per l’occasione da Roberto Barone, Lupo di Mare e Miluna, protagonisti di un elegante e alquanto sofisticato djset.
Miscela esplosiva dei talenti della meglio Napoli, concentrati in una notte.
Una notte per celebrare l’Arte, una notte da dedicare ad Andy Warhol.


Ⓐndy Warhol Vetrine, curata dal critico d'arte Achille Bonito Oliva si presenta come una raccolta di ben 180 opere selezionate dal collezionista ed uomo d’affari Peter Brant, possessore di una delle più grandi collezioni mondiali di opere firmate Warhol. Dal 18 aprile al 20 luglio 2014 al PAN Palazzo della Arti di Napoli. Orari: dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 19.30; domenica dalle ore 9.30 alle 14.30. Ingresso: € 8,00 intero. Informazioni: tel. 081 3630018.

sabato 12 aprile 2014

RETHINK DEEP “An immersive mirror box” #DesignWeek2014



Gli utenti protagonisti, immersi in paesaggi digitali riflessi all’infinito e fautori della metamorfosi di immagini e suoni, dove l’orizzonte diventa liquido e l’interazione cambia forma. Questa l’esperienza creativa che l’installazione “RETHINK DEEP – An immersive mirror box” vuole proporre ai visitatori del Teatro Franco Parenti dal 9 al 13 aprile, frutto di una collaborazione originale e innovativa tra Internet Explorer, Elita e Marco Klefisch nel contesto del Design Week Festival.

Il creativo milanese ha reinterpretato e dato vita alla visione di Microsoft dell’esplorazione del web, che grazie ai costanti progressi tecnologici e all’utilizzo del touch è ora caratterizzata dalla centralità dell’individuo, il quale si trova completamento immerso nei contenuti, di cui è contestualmente autore e fruitore.

“RETHINK DEEP” parte da questa nuova visione per creare un’esperienza analoga totalmente personalizzata per i visitatori nel mondo reale. È uno strumento digitale analogico che nelle forme rievoca un’armoniosa arpa e che genera paesaggi digitali, riflessi all’infinito grazie ad una moltitudine di specchi fino a creare un’atmosfera totalmente immersiva, dove i confini dell’orizzonte si perdono. Attraverso l’interazione con l’arpa i visitatori diventano i protagonisti dello scenario e del suono, che evolvono al loro tocco.


Negli ultimi cinque anni Microsoft ha lavorato costantemente per apportare grandi cambiamenti a Internet Explorer, mettendo l’innovazione al servizio delle persone al fine di migliorarne l’esperienza di navigazione, rendendola sempre più fluida, immersiva, piacevole e possibile da qualsiasi dispositivo, indipendentemente dalla piattaforma utilizzata” ha commentato Veronica Ortolani, Product Marketing Manager Servizi Online Consumer di Microsoft Italia. 
“Grazie a importanti collaborazioni siamo riusciti a creare siti reali come http://explore.glacierworks.com, http://rebull.com/rampage, http://www.contrejour.ie, http://t.22tracks.com e http://atari.com/arcade che rivoluzionano in quest’ottica l’esperienza di browsing e sono stati perfettamente integrati all’interno dell’esperienza proposta dall’installazione “RETHINK DEEP”.

"La scelta di creare un binomio tra un brand leader come Microsoft e Marco Klefisch, artista di punta nella creazione di progetti multi-disciplinari, nasce dalla tradizionale vocazione del Design Week Festival a proporre contenuti di arte e intrattenimento e la costante attenzione alla scoperta di nuovi linguaggi contemporanei” ha dichiarato Dino Lupelli, General Manager di Elita.

Sarà possibile visitare l’installazione “RETHINK DEEP – An immersive mirror box” dal 9 al 13 aprile al Teatro Franco Parenti (Sala Treno Blu- entrata via Pier Lombardo 14) dalle 19:30 alle 00:30. 

venerdì 11 aprile 2014

Armani/Casa: Inedita fusione tra creatività e sapienza artigianale. #DesignWeek2014



C’è un gusto di abitare e di arredare che racconta un senso del bello, attuale e insieme profondamente radicato, dove ogni materiale, ogni oggetto, ogni dettaglio testimonia un’inedita fusione tra creatività e sapienza artigianale. È da quel gusto che si sviluppa il progetto già più che decennale di Armani/Casa, centrato sul dialogo tra il minimalismo e il décor. Perché è convinzione di Giorgio Armani che, tra tutte le possibili realtà progettuali, la più ricca di sviluppi e sensibilità sia l’architettura domestica, in quanto capace di fondere architettura e design. La casa quindi, che riflette il tempo che scorre, le opinioni che cambiano, i punti di vista mutevoli e individuali.

Sviluppando questo progetto articolato, che unisce l’arredo alla decorazione, Armani/Casa presenta, in collaborazione con Jannelli&Volpi, Armani/Casa Exclusive Wallcoverings Collection, la prima collezione di carta da parati, che si avvale di una stampa a moderne tecniche digitali su una raffinata selezione di fondi pregiati e naturali, ognuno scelto per dare risalto ai disegni. La seta, tramata con una particolare piattina metallica, si accompagna ai motivi “marmo” ad ampia scala. Lo shantung, a fiammatura irregolare, crea giochi di opacità e lucentezza per i pannelli a disegni “palma” nei toni delicati dell’azzurro/beige e del seppia, e per un paesaggio trompe l’oeil a tenui gradazioni sul fondo grigio. Il sisal, fibra derivata dalla pianta dell’agave, è intrecciata e impreziosita da un sottile filo metallico che dà lucentezza al motivo di conchiglie nei toni del beige e dell’azzurro, in una seducente finzione naturalistica. Completano la collezione una serie di uniti e un insolito motivo geometrico a effetto conchiglia, che richiamano disegni e materiali ricorrenti nelle collezioni mobili e accessori.
La carta da parati è presente come prezioso dettaglio anche in alcuni mobili della collezione. Come nel paravento decorativo Exception, che viene ripresentato con i pannelli su base tessile in seta fiammata con stampa palme e struttura in acero tinto nero, o nel mobile contenitore Elliot, in tessuto tecnico shagreen, che ha gli interni rivestiti in carta da parati.

La ricerca di un’artigianalità preziosa nelle finiture dà nuova consistenza alla collezione di mobili. C’è la rifinitura a noce intagliato sul mobile bar Riesling, che riproduce sulla superficie del legno il disegno della canna di bambù, poi rifinito a mano e verniciato a cera. C’è il lino patinato, applicato a un supporto rigido, rifinito con l’applicazione a mano della foglia d’argento, per dare un effetto di chiaroscuro, protetta poi con una laccatura trasparente. Ne sono esempio il tavolo da pranzo Trocadero presentato con top in lino patinato e gambe in acero tinto nero, oppure la coiffeuse Antoinette in lino patinato con il solo top a ribalta in acero tinto nero.
Una luce sontuosa e morbida caratterizza le nuove lampade, ispirate alle antiche lanterne dell’Estremo Oriente e realizzate completamente a mano secondo le tradizionali tecniche della lavorazione del vetro di Murano. Ogni nome riporta alle stelle e allo studio del cielo: Halley, la lampada a sospensione in vetro, ricorda la cometa. Hack, la lampada da tavolo in vetro, è un omaggio alla grande astronoma Margherita Hack. Hyades, in italiano Iadi, la lampada da tavolo con base e paralume di vetro, allude all’ammasso di stelle più vicino al nostro sistema solare. Ogni pezzo è disponibile in due finiture diverse: in una variante con venature simili a un roccia (le canne di vetro grigio opaco vengono fuse su una massa di vetro blu a sua volta sovrapposta a uno strato interno di vetro opalino), oppure con uno strato di foglia d’oro applicato a caldo su una base di vetro opalino per poi essere ricoperto da una mano di vetro color fumé. Interessante, il set da scrivania Hemingway, realizzato in pelle dalla lavorazione artigianale, dove ogni foglio multiplo, ottenuto applicando più volte strisce di pelle stirata con cera vegetale, crea un effetto multicolor chiamato “intarsio Panama”.

Prosegue poi la collaborazione di Armani/Casa con Rubelli per la collezione Armani/Casa Exclusive Textiles by Rubelli che si ispira alle antiche armature caratteristiche dei telai a mano, riviste con particolari tecniche di tessitura. Una speciale attenzione è dedicata alla scelta dei filati, che combinano lurex e fili metallizzati con la bellezza naturale dei lini e della seta, ottenendo texture tattili bidimensionali, che alludono alle superfici naturalmente preziose dalle quali traggono ispirazione: madreperla, conchiglie e pietre. Viene ampliata la varietà delle tende, arricchite da Armani/Casa con tecniche di ricami tradizionali, interpretate con esclusivi disegni geometrici su ricchi fondi di seta, organza e taffetà. Lavorazioni a fil coupé e trame retrattili, declinate in sfumature di colore, con le loro trasparenze bidimensionali richiamano per la tenda Hawaii un forte collegamento con la moda.









Mise en scène
L’allestimento è studiato per il negozio di via Sant’Andrea 9 ed è focalizzato sulla carta da parati. Lo spazio totalmente nero, come una grande suggestiva scatola senza contorni, è attraversato da un nastro che, come un origami, si snoda fluttuando dalla vetrina per tutta la profondità del negozio. Il nastro, composto da pannelli di forma irregolare rivestiti dalla preziosa carta, guida il visitatore alla scoperta della nuova collezione Armani/Casa: ogni mobile ha così la sua ambientazione caratterizzata da un particolare tipo di carta da parati, in un percorso di raffinati giochi cromatici.

In concomitanza con il Salone del Mobile, Giorgio Armani lancia il nuovo sito www.armanicasa.com  che sarà online a partire dal 7 aprile 2014. Sul nuovo sito, completamente rinnovato nei contenuti e nella grafica, sarà possibile scoprire l’intera collezione Armani/Casa e i servizi di Interior Design.

giovedì 10 aprile 2014

Il viaggio è di lusso con Emirates Airlines. All’aeroporto Leonardo da Vinci la sua 35^ Vip Lounge dedicata.

#Emirates
Lo scorso 8 aprile la compagnia aerea di bandiera dell' Emirato Arabo di Dubai, Emirates Airlines, mi ha invitato all'inaugurazione presso l'aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma - Fiumicino della sua 35° Lounge dedicata. Un investimento di 2,53 milioni di Euro con l'obiettivo di fornire un’esperienza di viaggio unica, continua e di lusso ai propri passeggeri. Una Lounge su una superficie coperta di 920 metri quadri con vista sulla pista di decollo/atterraggio.


Lorenzo Lo Presti, Amministratore delegato di ADR S.p.a ha sottolineato quanto questo ennesimo investimento da parte di Emirates rappresenti un ulteriore passo verso l’eccellenza:
“Una eccellenza che ADR intende raggiungere nella qualità di tutti i servizi messi a disposizione della propria clientela. Proprio in questo ultimo periodo, infatti, la nostra azienda ha avviato una serie di investimenti tesi a migliorare sensibilmente la qualità sia dell’infrastruttura sia dei servizi offerti a compagnie e passeggeri”.


Arredata con pavimenti in marmo italiano, orologi Gold Rolex e poltrone in pelle e mobili in mogano. Un ricco buffet di piatti gourmet dal sapore italiano ed internazionale per dare sfogo ai languori prima del volo, in aggiunta al servizio bar con vini, liquori e champagne di altissima qualità. Una sala conferenze con connessione Wi-fi, sale tv e di lettura, locali con doccia e una sala per la preghiera.
E' quanto ha da offrire ai propri clienti di First Class e Business Class - nonché i membri Platinum e Gold di Emirates Skywards - la vip lounge Emirates, situata a pochi metri dal Terminal 3.

“La nostra storia in Italia è iniziata a Roma, quando abbiamo stabilito la nostra presenza nel 1992, ed è l’unica città italiana dove voliamo con il nostro rappresentativo A380. Abbiamo visto il numero dei passeggeri crescere in maniera esponenziale negli ultimi cinque anni. Il bisogno di una lounge Emirates non è mai stato più grande. Sottolinea il nostro continuo investimento in Italia, e dal servizio chauffeur alla tranquillità di bordo, offriamo ai nostri clienti quell’esperienza di viaggio unica alla quale sono abituati”, ha dichiarato Mohammed H. Mattar, Divisional Senior Vice President per i Servizi aeroportuali di Emirates.



◆ Inoltre a partire dal 16 aprile al fine di poter offrire a un numero sempre maggiore di viaggiatori la possibilità di sperimentare il comfort e le caratteristiche d’eccellenza del prestigioso A380, Emirates doterà la tratta Roma- Dubai di un doppio servizio giornaliero. Per maggiori info: www.emirates.com




Follow Modaholic on Facebook, Twitter and Instagram.

lunedì 7 aprile 2014

Arisa “Se vedo te Tour” (Video)


Arisa. Se vedo te tour. Roma 6 Aprile 2014 Auditorium Parco della musica, Sala Santa Cecilia.

Cristallina è la sua voce e garbato il modo in cui anche nelle note più acute riesce a modularla con invidiabile controllo e leggerezza. Una Arisa sempre più matura e consapevole, sempre più minimalista ed intimista. Denudandosi d’ogni orpello e con estrema grazia ha saputo in due ore di concerto rendere la sua voce e la sua musica unica ed applauditissima protagonista della serata.

domenica 6 aprile 2014

A Roma il primo flash mob dedicato all’alta moda. #PricelessRome


GLI ABITI D’ALTA MODA DELLA MAISON SARLI
IN GALLERIA ALBERTO SORDI PER UN’ESPERIENZA SENZA PREZZO.
Il 4 Aprile si è tenuto a Roma il primo flash mob dedicato all'alta moda che ha visto Sarli quale endorser dell’azione, in occasione del lancio di #Priceless Rome di #MasterCard.


Cosa avranno pensato oggi i tanti turisti e curiosi che passeggiavano in centro a Roma quando un gruppo di splendide modelle, che indossavano abiti firmati dalla storica maison d’alta moda romana Sarli, sono apparse improvvisando una sfilata in Galleria Alberto Sordi?
Pochi minuti per permettere a paparazzi e personale della sicurezza di apparire come dal nulla al fianco di splendidi abiti che hanno preso letteralmente vita. La Galleria più famosa di Roma è diventata per qualche minuto una vera e propria passerella di alta moda mentre i flash dei fotografi al seguito hanno provveduto ad immortalare il momento.
Stupore e meraviglia tra i presenti che hanno assistito allo spettacolo chiedendosi a cosa si riferisse un cartello, comparso solo alla fine del fashion show, con la scritta: “Assistere a una sfilata di Alta Moda nel cuore dello shopping romano non ha prezzo“.
A quel punto tutto è diventato abbastanza chiaro dato che, proprio ieri, MasterCard ha lanciato Priceless Rome. Roma è, infatti, la nuova città entrata a far parte del programma Priceless Cities che offre una gamma di esperienze uniche ed esclusive da vivere nella Capitale. Iniziative speciali progettate per i titolari di carta MasterCard che vivono a Roma o la visitano durante l’anno. Gusto, Arte&Cultura, Intrattenimento, Shopping, Sport, Hotel&Viaggi  al centro del progetto e accessi privilegiati alle esperienze più esclusive di Roma. Così la Città Eterna si unisce alle oltre 26 grandi capitali e città di tutto il mondo che già fanno parte del programma Priceless Cities.
E chissà cosa ci aspetta dopo il flash mob di oggi realizzato con la collaborazione di Sarli, endorser del Progetto Priceless Rome e, in quanto brand espressivo di un made in Italy d'eccellenza e quindi rappresentativo di una eleganza e di uno stile anch'essi priceless!


venerdì 4 aprile 2014

ART IS REAL Una collezione impermanente

Un edificio storico nel cuore di Roma.
Cinque piani.
Ventuno artisti.
Un solo giorno per esserci.

Dodici ore affidate a ventuno artisti che hanno dato vita a opere, istallazioni e performance visibili nell’arco d’una sola giornata, quella di ieri, 3 aprile 2014.
Uno palazzo nel pieno centro storico di Roma al civico 69 di Piazza Pasquino, fino a qualche giorno prima abitazione privata, ha aperto le sue porte diventando per un giorno Spazio Espositivo Temporaneo, in vista della sua trasformazione, nel prossimo autunno, in AAA, Amor – Art&Apartments. 


“Art is real – Una collezione impermanente” è la prima tappa di un progetto più ampio che si articola in diverse fasi: il temporary group show, le facciate d’artista e l’avvio del Project Space in occasione dell’apertura di AAA, Amor – Art&Apartment, concetto di affittacamere di lusso del nuovo millennio nel quale i servizi studiati sono all’insegna dell’unconventional hospitality. Dallo shoeshine della 5th Avenue alla cicchetteria Made in Venezia, dal Gentleman’s Club alla galleria d’arte, AAA, Amor – Art&Apartment ridefinisce il concetto di extreme luxury.

Gli Artisti coinvolti in “Art is Real - Una collezione impermanente”: Simone Cametti, Michela de Mattei, Jacopo Ceccarelli aka 2501, Davide D’Elia, Gregorio de Luca Comandini, Federica Di Carlo, Emiliano Maggi, Marino Melarangelo, Seboo Migone, Diego Miguel Mirabella, Matteo Nasini, Caterina Nelli, Aakash Nihalani, Giorgio Orbi, Multo Giacentimi, Giuseppe Pietroniro, Gioacchino Pontrelli, Fiorella Rizzo, Pietro Ruffo, Guendalina Salini, Antonello Viola.


Info:
CURATORI: Silvia Litardi, Guendalina Salini
TELEFONO PER INFORMAZIONI: +39 06 89012572
E-MAIL INFO: e.mondini@superegg.it 
SITO UFFICIALE: http://www.superegg.it

martedì 1 aprile 2014

Yves Saint Laurent al cinema. Un debole tributo al grande Artista della moda.



di Valentina Strada

Cosa resta nello spettatore dopo la visione di “Yves Saint Laurent”, lo sfarzoso biopic francese dedicato al genio che ha rivoluzionato le passerelle mondiali del secolo scorso, sconvolgendo, di volta in volta, gusti e convenzioni dell’universo femminile? Di certo le splendide interpretazioni di Pierre Niney (nei panni del grande stilista) e Guillame Galienne (Pierre Bergè, compagno di vita e factotum della maison), attori di razza, impressionanti per somiglianza fisica e aderenza ai ruoli. La regia pulita e mai invadente (nei confronti degli aspetti più intimi e trasgressivi della coppia) di Jalil Lespert. La sontuosa ricostruzione di feste e sfilate, la galleria di abiti e disegni storici, l’omaggio all’innovazione portata da un enfant prodige della moda, chiamato a soli ventun anni, a dirigere il marchio più famoso al mondo, quello di Dior.

Restano sullo sfondo, tutti gli aspetti più complessi e autentici del personaggio Sain Laurent. Il conflitto tra creatività e business, la fragilità personale e l’affermazione totale, la ricerca continua dell’umiliazione e dell’eccesso, anche di fronte alla pienezza di un amore vero.
Resta l’amarezza per un’occasione sprecata, per l’apparenza di un film fortemente incentrato e confezionato su misura per la Fondazione Saint Laurent, senza esiti originali, senza un adeguato scavo drammaturgico.

Non ci resta che aspettare il prossimo film dedicato allo stilista, diretto da Bertrand Bonello (regista del notevole L’Apollonide), autore estremo e discusso, a cui Bergè ha negato approvazioni e sostegno del brand. Un limite tostissimo per un film che già si presenta insolente e fuori dagli schemi. 

venerdì 21 marzo 2014

Che nessuno tocchi Jem! #JemTheMovie

E' di oggi la notizia che il regista Jon M. Chu in collaborazione con Jason Blum della Blumhouse Productions e Scooter Braun sono in procinto di realizzare l'adattamento live-action del cartone animato anni '80 Jem & le Holograms. Inoltre lanciando un video messaggio su Youtube si sono detti pronti ad accogliere e valutare tutte le candidature di attori e attrici, ballerini e ballerine e naturalmente cantanti, desiderosi di aggiudicarsi un ruolo nella pellicola di prossima lavorazione. 



Pur volendo accogliere le buone intenzioni del regista Jon M. Chu, che si è addirittura rivolto ai fan dell'iconica bambola Hasbro al fine di ricevere preziosi consigli da parte loro, così da rendere l’opera il più possibile fedele all’originale, ho seri dubbi sulla buona riuscita di questo progretto. 

Lasciamo che Jem continui a splendere di luce propria all’interno di quei 65 episodi animati e nei nostri ricordi. Là dove non c’è pericolo di intaccare la sua eleganza e dunque molestarla. 
Lasciamo che rimanga a vita quella “dolce, affascinante, tenera e raggiante” eroina dalla folta chioma rosa. Quella esuberante ex orfanella divenuta con sacrificio una star internazionale e che dunque merita rispetto. Dopotutto sono certo desideri, data la veneranda età, rilassarsi lontano dai riflettori.


Info: www.jemthemovie.com